CASTIGLIONE – POGGESE  1 – 1

CASTIGLIONE

Modulo: 4- 3 -3

Formazione:

Trilli, di Marzio, Venturi, Fusari Stefano, Rossini, Faye, Azzali (1’Diouf), Fusari Roberto, Vigani, Mattei, Altobelli.

A disposizione: Coffani, Cioffi, Pasinelli, Pjetri, Pincella Zeni

 

POGGESE

Modulo: 4 – 5 – 1

Formazione: Speri, Santermosi, Gobbi, Negri(24’ Lodi), Bocchi, Corradi, Magro, Massaretti (21’ Furgeri), Bacchiega, Napolitano, Moi (15’Ghiotti),

A disposizione: Visentini, Vanzanella, Lodi, Armondi, Vincenzi

 

 

Reti: 7’ pt Vigani – 34’ pt Bacchiega

Ammoniti: Rossini, Venturi Stefano, Diouf, Fusari – Bocchi, Santermosi

Angoli: 7 –  2

Recupero: 1’ – 6’

 

Partita che inizia con ritmi altissimi da entrambe le parti. E’ la Poggese la prima che sfiora il vantaggio su punizione. Il Castiglione non si fa attendere e al 7’ su respinta dal corner, Altobelli recupera il pallone e dalla sinistra fa partire un traversone sui piedi di Vigani, 1 – 0. Gli ospiti non si fanno intimidire e al 12’ su cross di Moi, Massaretti calcia al volo e scheggia il palo. Si susseguono occasioni da entrambe le formazioni, ma è la Poggese al 34’, dall’unico calcio angolo del primo tempo, a trovare il goal con Bacchiega, che ti testa sentenzia il pareggio.

Il secondo tempo inizia con una prodezza di “Spillo” Altobelli, dalla bandierina calcia a rientrare ma il portiere miracolosamente devia sulla traversa e fa sua la sfera.

Pochi minuti dopo e sempre “Spillo” a cercare il goal del vantaggio su punizione ma Speri non si fa cogliere impreparato. Al 64’ ultima vera occasione di passare in vantaggio per la squadra di casa, Diouf da 30 metri fa partire un missile ma il portiere con la punta delle dita la devia sul palo. Sul finale i toni si accendono, capitan Stefano Venturi è costretto al fallo su contropiede, e vengono ammoniti poco dopo anche Rossini e Diouf. Nel secondo tempo i ritmi sono calati e la squadra ospite ha subito a differenza dei primi quarantacinque minuti, il pressing dei biancorossi che però, merito del portiere in giornata e una difesa ben organizzata, non hanno saputo concretizzare le molte occasioni create.