F.C CASTIGLIONE – CASTELVETRO INCROCIATELLO 3 – 0

F.C CASTIGLIONE, 4 – 3 – 3

Formazione: Trilli, Di Marzio, Venturi (Aziri), Fusari Stefano, Rossini, Sbambato, Rubagotti, Sberna (Diouf), Vigani, Altobelli, Pasinelli (Brunetti). A disposizione: Coffani, Cavicchioli, Parolini, Pincella. Allenatore: Russo Marco

CASTELVETRO INCROCIATELLO, 4 – 4 – 2

Formazione: Bertoletti, Bifolco, Groppelli, Facchini, Mecaj (Lena), Pozzali (Bongiorno), Ba, Corbari, Gatti (Regonini), Fornasari, Caporali (Ferrari). A disposizione: Mattarozzi, Accarini, Visini. Allenatore: Lupi Gianluigi

Reti: Altobelli al 25′ e all’88’, Rubagotti al 29′

Ammoniti: Facchini

Angoli: 2 – 2

Recupero: 1’ – 4’

Arbitro: Bassi Andrea da Cremona

Spettatori: 150 circa

Note: bella giornata, campo di buone condizioni.

 

IL COMMENTO di FRANCESCO BOTTAZZI.

Partita che sulla carta appare ostica per numerose ragione: gli ospiti nel campionato di ritorno detengono insieme al Castiglione il record di imbattibilità, hanno uno degli attacchi migliori del campionato e, come se non bastasse, i rossoblu hanno parecchi giocatori non disponibili con i quali fare i conti, tra i quali il suo numero 10 Mattei. Tutto ciò rimane solo teoria perché il Castiglione dimostra ancora una volta la sua incredibile forza di gruppo, battendo gli avversari con un tris che non lascia dubbi. Questa squadra entrerà nella leggenda.

 

CRONACA

PRIMO TEMPO

Com’era successo all’andata, i piacentini partono subito forte, costringendo Trilli ad un’uscita decisiva nei primi minuti dagli sviluppi del calcio d’angolo. Il Castiglione controbatte subito, prima con un tiro di Altobelli e successivamente con Di Marzio, oggi nel ruolo di esterno destro di centrocampo che, scartati un paio di avversari, crossa al centro per Vigani che però non controlla e spara altissimo. Numerosi saranno i tentativi provenienti in questo primo quarto d’ora dalla fascia destra, ma tutti infruttuosi. Gli avversari non stanno a guardare e al 16’ con un’azione corale velocissima arrivano nei pressi dell’area con Ba, il quale tira un rasoterra insidioso che impegna Trilli che deve disinnescare la sfera in due tempi. Gli emiliani si fanno sempre più aggressivi e pericolosi fino al 25’, quando dalla manica il figlio d’arte Mattia Altobelli non tira fuori un suo asso: da posizione molto invitante “spillino” calcia magistralmente una punizione che scavalca una barriera non ottimamente posizionata e va ad insaccarsi nel sette. 1 – 0 per i rossoblu. Il morale dei locali, gonfiato dal tifo sugli spalti, si alza notevolmente. Altobelli non si risparmia e due minuti dopo dalla stessa posizione ci riprova, ma questa volta la traversa gli dice no. Ma il veliero rossoblu naviga con il vento in poppa, al 29’ Di Marzio dopo l’ennesima cavalcata sul settore di competenza (instancabile quest’oggi) pesca in mezzo all’area Rubagotti che tutto solo ha il tempo di stoppare e indirizzare la sfera dove un incolpevole Bertoletti non la può prendere. 2 – 0. Brividi nel finale con il solito Altobelli che crossa in mezzo per Pasinelli che è bravo ad anticipare tutti di testa, ma il pallone viene deviato con grandissima agilità in angolo dal numero 1 del Castelvetro. Finisce così un primo tempo ad altissima intensità.

SECONDO TEMPO

Il Ritorno in campo è meno scoppiettante, gli ospiti hanno accusato psicologicamente il colpo, sono meno aggressivi, e il Castiglione ne approfitta per fare il suo gioco e abbassare i ritmi con un veloce giropalla senza mai rischiare di scoprirsi. Al 55’ minuti di apprensione per il numero 8 Sberna che per un colpo al costato rimane accasciato a terra per qualche minuto, niente di grave ma verrà sostituito da Diouf. La partita rimane sostanzialmente in mano del Castiglione che vede in Vigani il suo instancabile rifinitore, ma senza fortuna quest’oggi. Il goal che sancisce la fine del match arriverà all’88’, sarà l’onnipresente Altobelli che dopo essersi procurato il penalty, lo trasformerà con sapiente esperienza nel 3 – 0 e nella meritata doppietta per lui.

Castiglione che rimane imbattuto e si porta a + 14 sull’unica inseguitrice del campionato rimasta, il Marmirolo, che con una partita in meno potrebbe ancora impensierire e con i ragazzi di Russo che attendono impazienti giovedì per recuperare la sfida contro la Poggese, per provare a rimanere a distanze siderali.