A.CCASTELLANA –  F.C CASTIGLIONE

RISULTATO: 1 – 0

F.C CASTIGLIONE – Modulo: 4 – 1 – 4 – 1

Pizzamoglio, Re, Venturi, Fusari S., Lazzaroni, Bersi, Cortesi,Caldara, Botturi (7’ 2t Casalino), Pedrinelli, Semmah (16’ 2t Sanè). A disposizione: Viola, Pincella, Rabaiotti, Altobelli, Mucchetti,Fusari R., Cavicchioli. Allenatore: Francesco Faini

A.C CASTELLANA – Modulo: 4 – 5 – 1

Merigo, Pellini (32’ 2t Franco), Napolano, Bottini (45’ 2t Sane), Ragnoli, Calzoni, Parisio, Sangiovanni (24’ 2t Valenti), Borghi (25’ 2t Palladino), Orlandini, Gyanfi (18’ 2t Perteghella). A disposizione: Freddi, Karroumi, Diallo, Gobbi. Allenatore: Cogliandro Vincenzo

Reti:11’ Borghi (R)

Ammoniti: Bottini, Orlandini, Sane; Semmah

Direttore: Sala Matteo (Seregno). Assistenti: Mapelli Andrea e Pasciuti Stefano (Treviglio)

Recupero: 1’ – 4’

Angoli: 2 – 5

Spettatori: 350 ca., con ampia rappresentanza ospite.

Note: Buone condizioni del terreno di gioco; tempo leggermente nuvoloso con temperatura di circa 26°

CRONACA

PRIMO TEMPO 

Erano tre lunghe stagioni che la Castellana e il Castiglione non si sfidavano, erano altri tempi ed altre categorie, la Serie D. Ma nonostante il tempo, l’agonismo che aleggiava sugli spalti è rimasto immutato. La partita inizia sotto un sole estivo e a ritmi lenti, con le due formazioni a ranghi serrati. Si studiano per molti minuti e a parte qualche spunto di Venturi sulla sinistra e un’incursione sulla destra di Cortesi la partita resta ferma al centro del campo. Ma la prima vera pallagoal dei padroni di casa è fatale: Gyamfi, che sta per agganciare un assist di Parisio (ottima prestazione la sua quest’oggi, in particolare nei primi 45’), cade in area: nessun dubbio per il direttore di gara Sala di Seregno. Rigore che viene realizzato con grande esperienza da Borghi. 1 – 0. Castiglione in svantaggio. Cerca subito di rimediare con il suo “bomber” Botturi (già due i goal segnati) che aggancia un bello spunto di capitan Fusari, ma la palla finisce sul fondo. I rossoblu si spingono in avanti, forse troppo, costringendo i biancazzurri a chiudersi ulteriormente, infatti al 18’ i padroni di casa anticipano gli ospiti e partono in contropiede con Gyanfi che non riuscendo a liberarsi di Re si gira facendo sponda al sopraggiunto Borghi, che mette in rete. Fuorigioco. Rete annullata. Sale in cattedra allora l’ex gioiellino della Virtus Verona Pedrinelli, che dai 30 metri prova una punizione magistrale che bacia il palo interno alla sinistra del portiere ma non entra. Il Castiglione continua, questa volta con il grande ex del match Marco Bersi che smarcatosi serve ancora Pedrinelli che però è murato dalla difesa. Le trame degli aloisiani si infittiscono e aumentano di intensità, ma Botturi è blindato da tre uomini e non riesce a trovare lo specchio. Al 38’ è il numero uno della Castellana, Merigo, a rendersi protagonista di due ottimi interventi, prima su Pedrinelli e poi sulla ribattuta al volo di Caldara. Un muro, che un minuto dopo viene valicato ancora da Caldara con un destro a giro, ma per Sala e assistenti ancora nessun dubbio: fuorigioco. Ci riprova sul finale ancora il fulmineo Gyanfi (autore anche lui di una grande gara), ma Re e Lazzaroni non lo mollano e in entrambe le occasioni il tiro finisce fuori dai legni.

SECONDO TEMPO

Il Castiglione riparte forte. Al 2’ Botturi fa sponda a capitan Fusari che carica un gran destro che Merigo (tra i migliori in campo per la Castellana ) devia come può in angolo. Dagli sviluppi dalla bandierina si rende protagonista sempre Botturi che incorna il pallone, ma l’onnipresente numero 1 locale para in due tempi. Ed è proprio in questa occasione che Botturi rimedia una brutta botta in mischia ed è costretto a lasciare il posto al “bodyguard” Casalino. Ancora i rossoblu con il loro numero 10 Pedrinelli che crossa in mezzo, ci arriva l’ex Bersi che salta più in alto di tutti ma la palla finisce poco sopra la traversa. Le emozioni e la componente offensiva del Castiglione va mano mano scemando, scontrandosi contro il muro dei locali che tiene alla grande e si limita a controllare il pallone e portare a casa la prima vittoria del campionato, la prima da oltre un anno dopo la disastrosa (ma archiviata, alla grande) stagione passata

.IL COMMENTO DI FRANCESCO BOTTAZZI

Tutte le emozioni sono state nel primo tempo, dove si è visto il vero valore delle due squadre. Nel secondo, complice anche le temperature, l’agonismo e la brillantezza del gioco è andato scemando. Un Castiglione che ha una grande difesa (punto forte di mister Faini), ma deve ancora crescere e trovare la giusta sintonia di gioco, soprattutto nel reparto offensivo dove senza Botturi fa fatica. La Castellana, dalla sua, con il modulo 4 – 5 – 1 costretto dalle assenze ha tenuto bene e ha dimostrato che nonostante ci siano ancora tante lacune, la fame di tornare a vincere e il cinismo, in particolare nel secondo tempo, possono essere armi preziose in questo campionato.

Note: l’assenza di Botturi si è sentita. Con una squadra più chiusa in difesa come la Castellana, il Castiglione ha faticato a trovare spazi.