F.C CASTIGLIONE – PREVALLE 1 – 1
F.C CASTIGLIONE
Modulo: 3 – 5 – 2 che nel secondo tempodiventa 4 – 4 – 2
Pizzamiglio, Rè, Roma (40’ 2t Semmah), Fusari S., Pizza, Lazzaroni, Pedrinelli, Bersi (35’2t Venturi M.), Botturi (30’ 2t Cortesi), Balogun, Altobelli (21’ 2t Venturi G.). A disposizione: Adili, Sanè, Brigoni, Rabaiotti, Casalino
Allenatore: Francesco Faini

PREVALLE
Modulo:4 – 5 – 1
Benedetti, Pagati, Diallo (27’ 2t Antwi), Cò, Scalvini C, Stankovic, Bonassi (21’ 2t Dosso), Pedruzzi (21’ 2t Sene), Amassoka, Scalvini F., Guzman. A disposizione: Dieng, Vinati, Turchetti, Latifi.
Allenatore: Osvaldo Zobbio

Reti:62’ Pedrinelli, 70’ Guzman
Ammoniti:Scalvini Francesco, Scalvini Cristian, Pagati– Lazzaroni, Roma
Espulsi: nessuno
Direttore: Longhi da Crema
Recupero: 1’ – 4’
Angoli: 4 – 4
Spettatori: oltre 200

Note:Bella giornata limpida di sole autunnale, buone condizioni anche del terreno di gioco

CRONACA
PRIMO TEMPO
Match a differenza di quello di domenica scorsa, parco di emozioni. Sarà per la stanchezza nelle gambe non ancora smaltita dalla Coppa di mercoledì, sarà per le molte aspettative che aleggiavano sull’incontro, ma non è stata certamente la partita cui ci si aspettava di assistere. Sulla carta i valori sono in favore per gli ospiti, ma sul campo il Castiglione dimostra con i fatti ben altro e dopo i primi 10’ in cui subisce le scorribande bresciane, si sveglia al quarto d’ora con un guizzo di Altobelli (tra i migliori in campo quest’oggi) che lancia Pedrinelli sulla consueta fascia che stoppa e mette in rovesciata in area per Botturi che colpisce al volo, ma Benedetti c’è e disinnesca la bomba. E da qui sarà solo Castiglione. Ci riprova subito Bersi che sfrutta un rimbalzo fortunoso e parte in un’azione personale ma all’ultimo viene murato dalla difesa. Poi è il turno di Balogun che rubato il pallone agli avversari lancia l’esule Botturi che, circondato da tre avversari, prova la conclusione di prima ma la palla finisce fuori. Gli aloisiani sfruttano i buchi lasciati dal Prevalle e son padroni del campo: ci riprova “Iroman” Botturi con un assist a Pedrinelli, che prova l’acrobazia pur di arrivarci ma la conclusione finisce poco a lato.

SECONDO TEMPO
Deserto del Prevalle che piano piano si è spento riuscendo a fatica a superare la propria metà campo. Al 48’ Altobelli servito da Roma (grande gara la sua sulla fascia sinistra) si allarga sull’esterno, e superato Pagati si accentra e prova il tiro da posizione molto defilata. Goal, ma il direttore, aiutato dall’assistente, fischia fuorigioco. Si continua ad attaccare e poco dopo sempre Altobelli saltato l’avversario prova il tiro dalla distanza che il portiere non trattiene e mette in angolo. E’ dal corner calciato dal fantasista figlio d’arte di “Spillo” che Pedrinelli con un incornata poderosa mette in rete il goal del vantaggio, 1 – 0. Il Lusetti Esplode di gioia. Ma l’euforia dura poco, pochi minuti visto che dall’unico contropiede avversario, Amassoka inventa un tacco per Gouzman con precisione chirurgica gela Pizzamiglio e mette in rete il pareggio. Il match finisce 1 – 1.

Commento: probabilmente è il pareggio più amaro fin ora rimediato dalla formazione di Faini. La squadra ha creato gioco con grande naturalezza, e dopo i primi minuti di difficoltà, ha saputo prender le misure e annichilire efficacemente ogni velleità avversaria. Cosa manca? Un compagno a Botturi, che lo supporti, perchè da solo non può vedersela con intere difese. Questa è la prima missione. L’altra, riuscire a rimanere uniti e coesi nonostante il periodo di sfortune. La volontà, il sudore e il gioco ci sono, ora manca solo la vittoria. Bisogna ancora stringere i denti, la strada è ancora lunga, ma insieme si può.