ASOLA –  F.C CASTIGLIONE 0 – 2

ASOLA

Modulo: 4 – 4 – 2

Rinaldini, Magri (40’ 2t Elabd), Scalvini, Konate , Boifava, Treccani, Ravenoldi (33’ 2t Pini), Ruta, Andreoli, Leali, Franzini (25’ 2t Casalini); a disposizione: Accini, Bindoni, Buccelli, Gandinelli, Di Mango, Piccinelli. Allenatore: Lamberto Tavelli

F.C CASTIGLIONE

Modulo: 4 – 3 – 1 – 2

Pizzamiglio, Rabaiotti, Roma, Fusari, Pizza, Lazzaroni, Tonini (29’ 2t Casalino), Pedrinelli, Balogun, Brigoni (13’ 2t Bellandi), Altobelli (37’ 2t Caldara); a disposizione: Gandini, Re’,Muchetti, Cavicchioli, Semmah, Pincella. Allenatore: Andreoletti Giorgio

Reti: 73’ Altobelli, 88’ Caldara

Ammoniti: Magri, Franzini; Roma, Tonini, Balogun

Espulsi: al 65’ allontanato dal campo il tecnico locale Lamberto Tavelli e al 73’ Ruta (somma di ammonizioni per protesta)

Direttore: Nicola Nardi di Mantova – Assistenti: Andrea Bologna e Carmine Graziano di Mantova

Recupero: 1’ – 4’

Angoli: 3 – 4

Spettatori: 150 circa

Stadio: Schiantarelli di Asola

Note: cielo nuvoloso ma senza pioggia, campo asciutto ma in cattive condizioni

CRONACA

Il Derby è stato vinto, missione compiuta. Una vittoria che dà continuità e fiducia a Fusari e compagni che trovano il secondo successo di fila in campionato contro un’Asola che, pur orfana di molti titolari, è risultata ostica e a tratti pericolosa nelle sue ripartenze.

PRIMO TEMPO

Il match si apre con i Pirati del Chiese compatti che intimoriscono nei minuti iniziali gli ospiti aloisiani. Ma Pizzamiglio in grande spolvero quest’oggi mette subito le cose in chiaro anticipando il traversone di Ravenoldi diretto a Leali. Ci riprova immediatamente Franzini a servire Ravenoldi in buona posizione ma c’è Rabaiotti che lo blinda (ottimo esordio per lui quest’oggi dal 1’). Il Castiglione si fa vedere al 10’ con la punizione di Pedrinelli che viene deviata dalla barriera e finisce fuori di un soffio. Leali allora tenta la giocata personale su lancio di Ruta, ma è sempre il numero uno rossoblua risolvere in un’uscita coraggiosa fuori dall’area di porta. Rinvigoriti dal furore del proprio goalkeeper, il Castiglione si scuote e comincia ad attaccare con Tonini ed Altobelli che sulla fascia sinistra cominciano a seminare panico, ma non riuscendo a trovare Balogun mancato stretto dalla difesa di casa. Il primo quarto si chiude con un colpo di testa di Pedrinelli su assist di Altobelli che si stampa sul palo alla destra di Rinaldini. 0 a 0 e tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa si abbassano i ritmi ma si alzano i toni, con il nervoso Tavelli che viene allontanato dal direttore di gara e Ruta che viene espulso per proteste dopo il rigore fischiato in favore del Castiglione. Prima dell’episodio che ha dato una svolta alla partita, il Castiglione era tornato in campo con la stessa aggressività che l’aveva contraddistintio nella mezz’ora finale del primo tempo, con Altobelli e Balogun che si eran resi pericolosi in più di un’occasione. Ed è proprio la quota Balogun in un suo scatto bruciante a procurarsi il penalty trasformato dall’esperto rigorista Altobelli. Manca poco più di un quarto d’ora alla fine e in superiorità numerica i rossoblu straripano chiudendo pochi minuti dopo con Caldara che sigla con una staffilata ad incrociare lo 0 a 2 finale.

COMMENTO

Come detto in apertura, il Castiglione in questo derby voleva fare bottino pieno e rialzare la testa. C’è riuscito, merito di un gruppo che nonostante qualche scossone iniziale sta facendo di tutto per dimostrarsi all’altezza delle aspettative estive. L’Asola, dalla sua, partiva sfavorita viste le molte assenze di spicco che hanno costretto mister Tavelli a correre ai ripari con tanti giovani della Juniores. Ora per Fusari e compagni la testa è già al prossimo weekend, per l’anticipo in casa (sabato sera) contro L’Ome.

#forzaCastiglione