MARMIROLO –  F.C CASTIGLIONE 1 – 2

MARMIROLO

Modulo: 4 – 1 – 3 – 2

Garzon, Bernabeni, Pedercini, Becchi, Brentegani (1’ 2t Lavagnini), Cavallaro, Marchese, Cuttone, Ndiaye, Boselli, Paldetti (4’ 2t Ballotari). A disposizione: Castellani, Rippa, Saccardi, Saviola, Ianniello, Barbieri. Allenatore: Bozzini Luca

F.C CASTIGLIONE

Modulo: 4 – 3 – 1 – 2

Pizzamiglio, Rabaiotti, Roma, Fusari, Pizza, Lazzaroni, Tonini (1’ 2t Botturi), Bersi (35’ 2t Brigoni), Balogun, Bellandi (24’ 2t Pedrinelli), Altobelli (37’ 2t Caldara). A disposizione: Gandini, Re’, Semmah, Casalino. Allenatore: Andreoletti Giorgio

Reti: 26’Bellandi, 70’ Botturi, 88’ Marchese

Ammoniti: Lazzaroni, Tonini, Altobelli; Pedercini, Cavallaro, Cuttone, Boselli

Espulsi: nessuno

Direttore: Garbo da Monza Assistenti:Carissini da Crema e Cogrossi da Cremona

Angoli: 3 a 10

Spettatori: 150 circa

Stadio: Pilade Canuti di Marmirolo

Note: giornata uggiosa che è andata a rasserenarsi durante il secondo tempo. Campo praticabile.

CRONACA

Il Castiglione 2.0 raggiunge il quarto successo di fila proiettandosi così ufficialmente in zona play – off, al quinto posto. Una formazione che ancora sta cercando un suo assetto di gioco, ma che nonostante ciò ha ormai trovato in alcuni uomini la sua ossatura. Gara decisamente meno brillante rispetto ad una settimana fa contro l’Ome ma che regala, nonostante alcune occasioni sprecate e un calo di intensità nel secondo tempo, la vittoria. La REMUNTADA è iniziata!

PRIMO TEMPO

Il Castiglione parte subito aggressivo con il consueto 4 – 1 – 3 – 2 con un inedito numero 10 dal primo minuto: Bellandi (primo goal per lui oggi con i rossoblu) dietro i due attaccanti Balogun e Altobelli. La formazione di casa invece è schierata con un più cauto 4 – 3 –  1 – 2 con Boselli dietro alle due punte Ndiaye e Paldetti. Gli ospiti come da pronostico sono fin dai primi minuti molto propositivi con Balogun che ha un paio di occasioni interessanti: un tiro al volo su assist di Altobelli deviato dal numero uno del Marmirolo, e al 15’ sempre “Balo” fa un cambio di gioco per Bellandi che a tu per tu con il giovanissimo Garzon spreca (ottima gara la sua). Gli aloisiani sono tutti nella metà campo avversario per la prima mezzora. Lazzaroni, resosi protagonista in un paio di salvataggi in acrobazia, ci prova di testa la il pallone finisce di poco a lato. La partita si sblocca al 26’: dagli sviluppi di un corner calciato da Altobelli, Lazzaroni spicca su tutti e di testa serve Bellandi che indisturbato insacca il pallone sotto la traversa. 0 – 1. La reazione del Marmirolo è fin troppo timida, con una punizione calciata da Paldetti sulla barriera e qualche affondo sulla fascia sinistra con Marchese. Finisce così il primo tempo, con un Bersi che prova anche lui dalla distanza qualche conclusione ma non riesce a sorprendere il difendente di casa.

SECONDO TEMPO

Dopo i primi 5 minuti di marca rossoblu con Botturi, neo entrato per Tonini, che ci prova in un paio di occasioni e Altobelli che per poco non fa realizzare autorete al numero 9 Ndiaye. Il Castiglione si adagia, lasciando più spazio agli avversari che prendono campo e iniziativa: il primo squillo di trombe di marca biancoverde è di Lavagnini, ma Pizzamiglio non si fa cogliere impreparato. Sempre Lavagnini mette in area un traversone per il capitano Becchi e Pizzamiglio è bravo anche in quest’occasione a deviare con la punta delle dita in corner. Il Castiglione capisce che forse è meglio chiuderla e al 70’ al terzo tentativo “Iroman” Botturi non sbaglia e su un lancio dal fondo aggancia magistralmente e spara una cannonata in rete. 0 – 2. Con la comparsa dell’arcobaleno pare anche calato il sipario su questa domenica e invece al 43’ da una manovra corale degli ospiti arriva il goal della bandiera: Lavagnini (grande ex della partita: per lui una vita nel settore giovanile rossoblu, così come mister Bozzini per tre anni tra Juniores e Prima Squadra) che siglò la rete del 1 – 1 al Canuti la scorsa stagione, non si smentisce neppure questa volta e da un suo affondo sulla destra tira ma colpisce in piano la traversa che rimbalza indietro proprio tra i piedi di Marchese che non sbaglia. 1 – 2 ma triplice fischio del direttore.

I tre punti sono del Castiglione, il poker (di vittorie) è servito!