F.C CASTIGLIONE – VIGHENZI 2 – 1

Modulo: 5 – 3 – 2

Gargallo, Re, Tonini, Pizza, Roma, Lazzaroni, Vitali, Pedrinelli, Botturi (43’ 2t Bellandi), Caldara, Semmah (1’ 2t Cavicchioli). A disposizione: Pizzamiglio, Rabaiotti, Balogun, Pasetti, Alberti. Allenatore: Ermes Ghirardi

VIGHENZI CALCIO

Modulo: 4 – 4 – 2

Segna, Cella, Mangili (30’ 2t Casella), Caccavale, Cortesi, Scidone, Negrello, Silajdzijja, Verzelletti, Krstin, Beschi. A disposizione: Ghisleri, Veronesi, Visioli, Saleri, Zani, Dossena, Gianandrea, Russo. Allenatore: Manini Gianluca

Reti:14’, 82’ Pedrinelli; 24’ Negrello

Ammoniti: Verzelletti

Direttore: Gabbio Francesco di Crema Assistenti: Cogrossi di Cremona

Recupero: 0’ – 2’

Angoli: 4 – 5

Spettatori: oltre 200

Note: dopo le abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi il campo versava in condizioni precarie al limite della praticabilità. Temperatura 7°, tempo nuvoloso senza pioggia.

CRONACA

Un Castiglione cinico e risoluto porta a casa la sua seconda vittoria dall’inizio del 2019. Un successo conquistato con grinta e determinazione contro un’avversaria temibile, attrezzata e costruita per fare il salto di categoria, ma contro la quale i rossoblu non han sfigurato, anzi.

PRIMO TEMPO

Il primo tiro in porta è degli ospiti con Scidone che recupera un pallone sulla destra e scalda i guanti ad un pronto Gargallo tra i pali che devia in angolo. Ma è il Castiglione ad essere più propositivo: all’8’ Roma partito dalla propria trequarti dribbla mezza squadra ospite e con l’aiuto della sponda di Caldara prova la conclusione che però viene parata da Segna dopo che un difendente l’ha sporcata intercettandolo. Ma non passano neppure cinque minuti che al 14’ “Frecciarossa” Pedrinelli, dagli sviluppi di un calcio d’angolo dopo un batti- ribatti, ha la meglio in mischia e segna il primo goal del match, 1 – 0 per il Castiglione. I rossoblu continuano il loro pressing con grande intensità nonostante il terreno pesante e la Vighenzi appare in chiara difficoltà. Crisi ospite che viene però superata poco prima della mezzora: dagli sviluppi di un (dubbio) corner dalla bandierina Negrello si coordina bene e porta in parità il match, 1 – 1. La Vighenzi pare riprendere fiducia, ma è sempre il Castiglione ad attaccare: Re, fermato un avversario, la passa a Vitali che lancia Botturi in ottima posizione, ma il tiro finisce alto. I ritmi cominciano a calare e sul finale sono di nuovo i biancoazzurri a farsi vedere con una punizione dell’ex Cortesi per il numero 10 Scidone che impatta di testa e sfiora l’incrocio dei pali.

SECONDO TEMPO

Al rientro dagli spogliatoi è sempre il Castiglione a creare maggiori occasioni ma gli avversari sono in agguato e pronti a partire in contropiede, ed è da uno di questi che si crea il primo affondo dei bresciani: Mangili (uno dei tanti storici ex oggi in campo) scende come una valanga sulla fascia di destra costringendo Re ad un salvataggio miracoloso. Ma l’assalto non è finito e sempre dalla destra arriva un secondo affondo, Mangili tira ma Gargallo in scivolata para, ribatte sempre l’ex e la palla sembra ormai entrata ma Vitali, tornato a coprire, salva sulla linea la sua squadra da un goal sicuro. E’ la scarica di adrenalina che serviva al Castiglione che riparte con il tandem Vitali – Pedrinelli, quest’ultimo viene atterrato malamente sulla riga bianca dell’area: sembra rigore, ma per la terna è solo punizione che, battuta dallo stesso Pedrinelli, si infrange sulla barriera. E’ una guerra aperta con cambi di gioco continui e occasioni che sfumano per un fallo o un fuorigioco. La Vighenzi sostituisce Mangili, ormai stremato, per Casella mettendo in campo un poker d’attacco da brividi, ma il Castiglione non si scompone e all’82’ dopo aver recuperato una manovra offensiva avversaria, Vitali si fa tutto il corridoio di destra e “mandato al bar” con un tunnel l’avversario Krstin la mette in mezzo per Pedrinelli che segna un goal da cineteca. 2 – 1, il Lusetti esplode e tutta la squadra si riunisce sotto la Sparuta, sempre presente sugli spalti. Sembra esserci anche l’occasione per mettere il risultato in cassaforte, ma la Vighenzi si chiude e arriva il triplice fischio che sancisce la vittoria dei rossoblu.

Francesco Bottazzi

(guarda la gallery completa delle partita sul nostro profilo Facebook ufficiale)