22° GIORNATA DEL CAMPIONATA DI PROMOZIONE GIRONE D

SPORTING CLUB – F.C. CASTIGLIONE 0 – 1

SPORTING CLUB

Modulo: 4 – 3 – 1 – 2

Bignardi, Ciulla, Beduschi (31’ 1t Ferrari), Bonazzoli, Novello, Beretta, Ekuban Timothy, Spazzini (32’ 2t Ligato), Guidi, Mazzali, Togni. A disposizione: Campagnari, Riva, Cartapati, Maffezzoni, Zanella, Cappai Allenatore: Novellini Alessandro

F.C CASTIGLIONE

Modulo: 5 – 3 – 2

Gargallo, Rè, Tonini, Pizza, Roma, Lazzaroni, Vitali, Pedrinelli, Balogun (16’ 2t Caldara), Bellandi (34’ 2t Cavicchioli), Semmah. A disposizione: Pizzamiglio, Rabaiotti, Pasetti, Tuduce, Geroldi, Alberti. Allenatore: Ermes Ghirardi

Reti: 87’ Pedrinelli

Ammoniti: Beretta

Espulsi: Togni

Direttore: Negri di Legnano Assistenti: 1. Taccone 2. Rivetti di Brescia

Recupero: 1’ – 3’

Angoli: 4 – 5

Spettatori: oltre 200 con rappresentanza ospite

Note: bella giornata di sole, campo di gioco in buone condizioni

INTRODUZIONE

Il Castiglione per la sua 22° partita del campionato di Promozione, girone D, affronta la quinta forza del campionato: lo Sporting Club di Novellini Alessandro. I bianconeri mantovani, dopo l’exploit dello scorso anno da neo-promossa,si sono riconfermati anche quest’anno un gruppo temibile, che in questi ultimi lustri ha investito molto sul proprio settore giovanile rispetto al mercato e sta avendo ragione, come dimostra la rosa di oggi con ben sei ragazzi classe 2000, un 1999 e ben due 2001.

PRIMO TEMPO

Il tecnico Ghirardi schiera il canonico modulo 5 – 3 – 2 orfano del bomber Botturi, a letto con l’influenza, e con l’inedito tandem d’attacco Pedrinelli – Semmah, supportato dalla spinta a centrocampo di Balogun, tornato titolare, Bellandi e Pizza. Solita soluzione difensiva a cinque, con Vitali e Tonini a tutta fascia sui rispettivi lati del campo. E’ un inizio insipido quello dei rossoblu che si limitano per i primi trenta minuti a difendere e a provare timide ripartenze su alcune disattenzioni in fase di costruzione dei padroni di casa che, invece, tengono il gioco e provano a cercare un varco con Guidi ed Ekuban che danno non pochi problemi alla retroguardia castiglionese. Le prime occasioni sono di marca bianconera con Ekuban che serve Togni al 23’ che spara altissimo da distanza ravvicinata, pochi istanti prima c’era stato un tentativo di Semmah dalla distanza ma deviato dai difensori. Prova Tonini a risvegliare i suoi con un calcio piazzato ma si infrange contro la barriera e torna allo Sporting che parte in contropiede ma Gargallo risponde con i muscoli sul tiro di Ekuban. Ci prova anche Vitali, dopo Tonini sulla fascia destra, ma nulla di fatto: l’area di porta presieduta da Bignardi sembra una chimera e i padroni di casa crescono, arrivando vicinissimi al vantaggio allo scadere del primo tempo: manovra corale che finisce a Guidi che serve di tacco l’incontenibile Ekuban che al volo tira un bolide che si infrange sul palo alla destra di Gargallo rimasto immobile, il rimbalzo finisce tra i piedi di Togni, fortunatamente per il Castiglione, non è in giornata e la spara ancora alta.

SECONDO TEMPO

Ghirardi avrà dato una bella strigliata ai suoi nell’intervallo, perché il Castiglione sembra essersi risvegliato e tiene banco lui adesso in campo. Lo Sporting Club è visibilmente in crisi con Lazzaroni e Roma che prendono ogni singolo pallone diretto in area ed Ekuban blindato dalla serratissima marcatura a uomo dello stesso Tonini. Una partita che sembra esser destinata ormai a finire con un giusto pareggio, visto l’ottimo e accorto ritorno in campo dei rossoblu, ma non è così e nel finale, anche grazie anche ai cambi Caldara per Balogun e Cavicchioli per Bellandi (probabilmente la sua miglior partita in campionato quest’anno) i rossoblu finiscono in crescendo, e all’87’ arriva l’episodio clou: Caldara vince due rimpalli e con un pregevolissimo filtrante serve l’accorrente Pizza che solo davanti a Bignardi sta caricando il destro ma viene falciato da Togni. Nessun dubbio per Negri di Legnano, rosso e punizione dal limite. Si incarica di calciare Pedrinelli che disegna un arcobaleno sopra la barriera e va a togliere le ragnatele sotto il sette. È goal che regala la vittoria ai rossoblu che ora, a 30 punti, aspettano più carichi che mai la ritrovata capolista Lumezzane.

 

le foto più belle della vittoria a Goito nella photogallery sul nostro profilo Facebook