27° GIORNATA DEL CAMPIONATO DI PROMOZIONE GIRONE D

F.C. CASTIGLIONE – MARMIROLO 1 – 1

F.C. CASTIGLIONE

Modulo:3 – 5 – 2

Gargallo, Re’, Tonini, Pizza, Roma, Lazzaroni, Vitali (37’ 2t Bellandi), Pedrinelli, Botturi (40’ st Pasetti), Balogun (1’ st Cavicchioli), Semmah (1’ st Caldara). A disposizione: Pizzamiglio, Coulibaly, Brigoni, Pincella. Allenatore: Ermes Ghirardi

MARMIROLO

Modulo: 4 – 3 – 3

Scandiuzzi, Gruppioni, Marchese (42’ st Ferreira), Becchi, Zentilini, Pini (16’ st Bellinazzi), Cuttone, Cavallaro (35’ st Bazzica), Imasuen, Boselli, Bernabeni (5’ st Ndiaye). A disposizione: Garzon, Boldrini, Lavagnini. Allenatore: Bozzini Luca

Reti: 26’ Cuttone, 48’ Lazzaroni

Ammoniti: Pedrinelli; Cavallaro, Boselli, Zentilini, Becchi

Espulsi: Nessuno

Direttore: Cassi di Bergamo Assistente 1. Schiavina di Mantova Assistente 2. Loda di Brescia

Recupero: 0’ – 4’

Angoli: 6 – 4

Spettatori: poco oltre 100

Note: Temperatura circa 13°, campo in buone condizioni, sugli spalti c’era Mattia Altobelli con il figlio Leonardo a tifare la sua ex squadra.

CRONACA

Un pareggio stretto quello dell’anticipo di ieri sera al Lusetti. Il Castiglione va forte, fortissimo, soprattutto nel secondo tempo, ma non riesce a portare a casa una vittoria che oltre a chiudere definitivamente ogni velleità al treno delle inseguitrici, avrebbe dato sicuramente una spinta morale in più ai ragazzi per la maxi sfida di Coppa Lombardia di mercoledì.

PRIMO TEMPO

Nonostante le due squadre in campo siano piuttosto chiuse e attente, nei primi miniti ci sono un paio di potenziali occasioni da ambo i lati: il Marmirolo con Imasuen entra bene nelle trame della difesa, ma all’ultimo capitan Lazzaroni salva la porta. Per i rossoblu, al 18’ dubbio penalty non dato su Pedrinelli che entrato bene in area tenta la conclusione. Grande carica di Bozzini che incita a gran voce i suoi a salire, i neroverdi sono votati alla morte, sanno che possono solo vincere per sperare nella salvezza. Ma il Castiglione inizia la carica: al 22’ Balogun dagli sviluppi di un corner intercetta la ribattuta e serve che si coordina bene ma la sfera finisce alta. Nonostante la grande spinta rossoblu, gli avversari sono cinici e vanno in vantaggio al 25’con Cuttone che intercetta l’assist in scivolata di Imasuen. Grande però la reazione aloisiana: Botturi parte in contropiede e mette in mezzo all’area una bella palla per gli accorrenti Semmah e Balogun che mancano per un soffio il pallone. Roma serve Botturi, la conclusione finisce alta finisce. I rossoblu ci riprovano al 40’ con una punizione ben calciata da Tonini per un nulla non ci arriva Pedrinelli a insaccarla in rete.

SECONDO TEMPO

Il Castiglione mette il turbo e subito scalda i guanti di un bravissimo Scandiuzzi che compie un miracolo sul missile di Tonini dalla distanza. Ma non riesce a replicarsi pochi secondi dopo sul tiro – cross di capitan Lazzaroni che è proprio lui a respingere in rete, 1 – 1. Al 10’ brivido per il Castiglione: Gargallo risponde di riflessi su un colpo di testa nato dall’angolo neroverde. Ma la spinta è solo rossoblu. Il neoentrato Cavicchioli la mette in mezzo per Pizza che pesca Botturi che sulla conclusione ravvicinata viene murato dal il numero 1 ospite. Ancora Botturi di testa su corner di Pedrinelli, Vitali si gira e tira al volo, subito dopo sempre il numero sette colpisce la traversa e Cavicchioli subito dopo il palo. Un quarto d’ora ininterrotto di occasioni per il Castiglione, ma la porta sembra stregata e il pallone non vuole proprio entrare. Nel finale occasionissima neroverde: Ndiaye parte bene in contropiede ma a tu per tu con Gargallo sbaglia. Ultima vampata di Pedrinelli che scarta tutti e tira ma viene respinto, sulla ribattuta Caldara ma salva con il corpo l’attaccante Ndiaye tornato a dare una mano a suoi.

I ragazzi sono stati grandi in particolare Botturi, e Tonini (una delle sue migliori gare stagionali).

La condizione fisica c’è, lo dimostra il grande secondo tempo e anche l’affiatamento. Manca solo un pizzico di cinismo e di fortuna in più sotto porta, cosa che mercoledì non dovrà mancare.

Forza ragazzi!